Ma la gravità è costante?

La mappa della gravità terrestre elaborata dal satellite Goce

La mappa della gravità terrestre elaborata dal satellite Goce

Ma la gravità è costante?

In prima approssimazione è costante, almeno se consideriamo la Terra come una sfera perfetta con distribuzione uniforme di massa. In realtà, considerando però la Terra come realmente è ci sono variazioni significative.

La gravità è legata alla massa ed ad esempio dove c’è un continente od una montagna c’è molta più massa (o densità di materia) rispetto ad un oceano. Inoltre la terra stessa non è una sfera perfetta, anzi ha più che altro la forma di una pera bitorzoluta schiacciata ai poli: il diametro polare è di 6356 km ben 22 km in meno di quello equatoriale, pari invece a 6378 km, senza considerare che l’equatore stesso non ha la forma di un cerchio perfetto ma bensì di un’ellisse… Tutti questi (ed altri fattori descritti matematicamente dalle cosiddette armoniche superiori, J22, J31, …) contribuiscono a creare un campo gravitazionale tutt’altro che costante.

Confronto tra superficie topografica, ellissoide e geoide

Confronto tra superficie topografica, ellissoide e geoide.

Ad esempio pensiamo alle grandi catene montuose dell’Everest, agli altipiani del Tibet e della Mongolia con picchi oltre i 7-8.00 metri mentre a 5000 km è presente invece il punto più profondo della Terra, la fossa delle Marianne con i suoi 11 metri di profondità. Abbiamo quindi in una variazione di ben 20 km di altezza e quindi di massa tra due zone relativamente vicine.
Per questo motivo vengono create delle mappe dettagliate della gravità terrestre, utilizzando anche satelliti come ad esempio le missioni Goce  (Gravity Field and Steady-State Ocean Circulation Explorer) che ha da poco terminato la sua missione con uno spettacolare rientro in atmosfera.

Questa voce è stata pubblicata in Domande e risposte. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *