Mars Express



News n °3: Mars Odyssey


Mars Odyssey09.12.2003 - MARIE conferma: l'uomo e' in grado di sopravvivere sul pianeta rosso Una missione umana su Marte potrà sopravvivere, agevolmente alle radiazioni cosmiche e solari che si abbattono quotidianamente sulla superficie del pianeta, adottando solo minime, quanto decisive, precauzioni. Su Marte infatti non esiste alcun "ombrello" naturale (come uno spesso strato di ozono od un forte campo magnetico similmente alla Terra) in grado di filtrare e/o trattenere le letali radiazioni che "piovono" sul pianeta sterilizzandone la superficie. Le future missioni esplorative quindi potranno muoversi molto più agevolmente di quanto la letteratura scientifica raccolta finora facesse supporre. L'annuncio arriva dagli scienziati americani che hanno elaborato i dati raccolti da MARIE un'apposito strumento di registrazione delle radiazioni che si trova sulla sonda della NASA "Odyssey", in orbita intorno al pianeta rosso già da due anni.
MarieDalle informazioni inviate a Terra, e' emerso che le radiazioni cosmiche possono potenzialmente provocare problemi di salute, ma non tali da impedire agli astronauti di sopravvivere. A diffondere la scoperta e' Cary Zeitlin, del National Space Biomedical Research Institute, in un lungo intervento all'incontro annuale dell'Unione geofisica di San Francisco. Tra le malattie derivate dalle radiazioni oltre ai prevedibili tumori, vi sarebbero anche malattie a carico del sistema visivo che dovrà per questo essere opportunamente protetto. I problemi a carattere sanitario che una missione umana su Marte dovrà fronteggiare sono comunque gli stessi già affrontati dalla NASA per le missioni spaziali Apollo, con la sostanziale differenza che le missioni Apollo non duravano più di 15 gg, mentre su Marte ci si dovrà fermare per più mesi.
 
Scheda tecnica del Mars Odyssey

Fonte :
http://www.pianeta-marte.it/satelliti_artificiali/Odyssey/news/odyssey_09_12.htm

Torna alle news
Vai a Eventi & Missioni