Missioni spaziali su Marte : Mars Global Surveyor



Mars Global Surveyor

Storico Risultato per il Mars Global Surveyor


La NASA ha autorizzato l'estensione della missione di MGS.  La sonda planetaria, che è giunta su Marte il 12 settembre del 1997 iniziando la sua missione primaria nel marzo del 1999 dopo aver regolarizzato la sua orbita, gode ottima salute ed ha concluso il suo obiettivo primario durato un intero anno marziano, (che corrisponde a circa due anni terrestri). L'estensione della missione durerà fino agli inizi del 2002 e consentirà d'approfondire ulteriormente le nostre conoscenze su Marte e di studiare  zone ideali per "l'atterraggio" di future missioni. I dati raccolti da MGS sono di valore inestimabile e possiamo affermare che, grazie a questa navicella, oggi conosciamo Marte quasi meglio della Terra stessa (per quanto riguarda le osservazioni dall'orbita).




I risultati raggiunti sono i seguenti:

  • Tracce evidenti di calanchi e canali di recente formazione dovuti al fluire di acqua allo stato fluido.
  • La scoperta ( e riscoperta) di molte regioni con caratteristiche sedimentarie tali da far ritenere con certezza che una volta Marte era ricoperto da mari e laghi.
  • La prima precisa stima di quanta acqua è presenta nelle due calotte polari, (circa una volta e mezzo i ghiacci che ricoprono la Groenlandia).
  • L'evidenza topografica che il piatto emisfero Nord con molta probabilità (3,5 miliardi di anni fa) era ricoperto da un grande oceano.
  • La sorprendente scoperta che la crosta dell'emisfero Sud è fortemente magnetica, il che conferma l'ipotesi che Marte si sia raffreddato molto in fretta fattore che ha certamente contribuito a creare (sempre 3,5 miliardi di anni fa) un'atmosfera densa in grado di mantenere acqua liquida sulla sua superficie.
  • Il primo credibile modello della crosta di Marte, con la scoperta di possibili crateri da impatto e canali sepolti dalla sabbia negli altopiani del Nord.
  • L'identificazione di abbondante presenza di Ematite, altra prova che anticamente sul pianeta si sono formati laghi caldi a carattere termale, ambiente nel qulale sulla terra si è sviluppata la vita.
  • E' stata notevolmente migliorata la nostra conoscenza sulla dinamica atmosferica di Marte, sull'influenza dei suoi cicloni periodici e sulla quantità di CO2 e acqua in movimento dalla superficie e viceversa durante le diverse stagioni.
  • L'importanza delle periodiche tempeste di sabbia, tornado e "folletti" che oggi sono gli unici elementi in grado di cambiare gli aspetti superficiali del pianeta  (oltre ad un probabile Vulcanesimo latente).
Mars Global Surveyor

Quanto è costata la missione?



La missione Surveyor è costata per lo sviluppo 154 milioni di dollari. Questa spesa di sviluppo comprende il prezzo della sonda, degli strumenti scientifici, dei computer di supporto a terra, della progettazione del piano di volo e della navigazione. In totale, lo sviluppo è stato completato per il 7,7% nel costo previsto. Costi aggiuntivi includono 65 milioni di dollari per il razzo Delta-7925 che ha mandato il Surveyor verso Marte, e circa 20 milioni per ogni anno per le operazioni di missione e l'analisi scientifica dei dati.

Sembra costoso? Per considerare il prezzo della missione, considerate il fatto che alcuni recenti film sono costati più di 200 milioni di dollari per essere filmati, publicizzati e distribuiti.



     Missione Nazione Lancio Obiettivo Risultati
Mars Global Surveyor U.S.A. 07/11/96 Orbiter (operativo dal 12/9/1997) Mappatura dettagliata di Marte. Oltre 500.000 immagini



 

Il Mars Surveyor Program


Il Mars Global Surveyor è la prima missione di un nuovo programma decennale di esplorazione automatizzata di Marte, denominato Mars Exploration Program. Questo programma sarà costituito da una nutrita serie di sonde orbitanti e lander, che saranno lanciate ogni 26 mesi, quando Marte sarà allineato alla Terra. Il programma sarà economico, visto che costerà sui 100 milioni di dollari all'anno; sarà affascinante per il pubblico, poiché fornirà notizie fresche e immagini ravvicinate di Marte; e avrà un alto valore scientifico, ottenuto grazie allo sviluppo di tecnologie spaziali d'avanguardia.

Il Mars Global Surveyor sarà una sonda in orbita polare intorno a Marte, disegnata per ottenere mappe globali della topografia superficiale, per rilevare la distribuzione dei minerali e per monitorare le condizioni meteorologiche.

Lanciato con un veicolo consumabile Delta II da Cape Canaveral, Florida, il 7 novembre 1996, la sonda si trova ora su un'orbita ellittica intorno a Marte. Durante l'anno, saranno accesi propulsori e sarà usata la tecnica dell'aerofrenatura, al fine di raggiungere un'orbita quasi circolare sopra i poli marziani. L'aerofrenatura, una tecnica provata dalla missione Magellan, usa la forza ostacolante dell'atmosfera per rallentare la sonda e portarla sull'orbita prestabilita: essa sarà un mezzo per ridurre la quantità di combustibile necessaria per raggiungere una orbita marziana bassa. Le operazioni di mappatura dovrebbero cominciare nel marzo 1999.

La sonda compirà un giro intorno a Marte ogni due ore, rimanendo in un'orbita "sincrona solare", che manterrà il Sole ad un certo angolo sopra l'orizzonte in ogni immagine: ciò permetterà alla luce pomeridiana di gettare ombre in modo tale da mettere in evidenza le formazioni della superficie. La sonda porterà inoltre una parte della strumentazione del Mars Observer e la userà per acquisire dati per un intero anno marziano, pari a circa due anni terrestri. Per ulteriori tre anni il Mars Global Surveyor sarà quindi usato come stazione di ripetizione per i segnali tra la Terra e le sonde orbitanti e i lander.

Mars Global SurveyorLa partecipazione, la collaborazione e il coordinamento a livello internazionale contribuiranno a potenziare tutte le missioni del programma. I landers dei prossimi anni -- 1998, 2001, 2003 e 2005 -- metteranno a frutto l'esperienza del Mars Pathfinder, lanciato nel 1996. Piccole sonde orbitanti lanciate nel 1998 e nel 2003 avranno a bordo altri strumenti analoghi a quelli già portati dal Mars Observer e serviranno poi come stazioni di ripetizione per le missioni future.

La sonda Mars Global Surveyor sarà acquistata dall'industria attraverso un'asta pubblica. Il carico scientifico sarà il duplicato della strumentazione che era a bordo del Mars Observer: esso include una telecamera, uno spettrometro per le emissioni termiche, un oscillatore ultra-stabile, un altimetro laser, un magnetometro/riflettometro elettronico e un sistema di trasmissione.

Il Jet Propulsion Laboratory gestirà il progetto per la Solar System Exploration Division della NASA e stabilirà il piano della missione, guiderà la navigazione e condurrà tutte le operazioni. Per comunicare e ricevere dati sarà utilizzata un'antenna da 34 metri di diametro del Deep Space Network.


Mars Surveyor '98


Il programma Mars Surveyor '98 è la nuova generazione di sonde che saranno inviate su Marte. Composta da una sonda orbitante, il Mars Climate Orbiter , che sarà lanciata il 10 dicembre 1998, e da un lander, il Mars Polar Lander - Deep Space 2 , che sarà lanciato il 3 gennaio 1999, la missione Mars '98 accrescerà le conoscenze acquisite con il Global Surveyor e con il Pathfinder. Il tema scientifico generale del Surveyor '98 è "Studio della materia volatile e del clima".



Parte dell'articolo è tratto e modificato da :
"http://www.astrofilitrentini.it/tnp/spacecraft.html"
"http://www.pianeta-marte.it/satelliti_artificiali/MGS/MGS.htm"




Torna alla scheda delle Missioni dal 1996 al 2003
Missioni su Marte
Photogallery - Marte
Cronologia di Tutte le missioni su Marte
Indice Missioni