Viaggiare più veloci della luce: motori a curvatura e metro interstellari

Viaggiare più veloci della luce: motori a curvatura e metro interstellariL’unico modo per esplorare fisicamente mondi distanti centinaia o migliaia di anni luce dalla Terra passa per l’invenzione di una tecnologia che consenta di viaggiare (molto) più velocemente della luce. Nel 1994 il fisico messicano Miguel Alcubierre propose l’idea di un “motore a curvatura” sul modello di quello utilizzato nella serie Star Trek, basato però su parametri compatibili con i vincoli della relatività einsteiniana. Purtroppo la creazione di un simile motore richiede la capacità, che sembra proibita dalla natura stessa, di concentrare e utilizzare immense quantità di energia negativa. Con in più una serie di altri vincoli.

Continua la lettura su Memoria dello Spazio:
Viaggiare più veloci della luce: motori a curvatura e metro interstellari

Michele Diodati

Categoria: Missioni spaziali » permalink, shortlink
Keywords: , , , .

Informazioni sull'autore: Gian Luigi Somma

Gian Luigi è un ingegnere aerospaziale e astronautico con un PhD svolto nel campo dei detriti spaziali. Nella sua carriera ha lavorato in progetti con l'agenzia spaziale europea (ESA), l'agenzia spaziale tedesca (DLR) e con l'Università di Cambridge. Dal 2019 ricopre il ruolo di mission analyst presso Cambridge Space Technology. Nel 2003 si è unito al GAK del quale ne ha raccolto l'eredità, trasformandolo in un portale di astronomia e astronautica e promuovendo queste scienze tramite star party, corsi e conferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.