“Sotto il cielo di Roma Tre” – Osservazione astronomica guidata al telescopio

Osservazione al telescopioIl 23 settembre, a partire dalle ore 21:00, si svolgerà una serata osservativa dal titolo Sotto il cielo di Roma Tre, organizzata presso la Facoltà di Fisica dell’Università degli Studi di Roma Tre.

La partecipazione è gratuita, ma è consigliata la prenotazione allo 0657337294. Riportiamo il programma e, a seguire, la locandina dell’evento.

Venerdi 23 Settembre 2011, alle ore 21.00, McQuadro, insieme con il dipartimento di Fisica di Roma Tre,  con il patrocinio del Municipio Roma XI ed in collaborazione con il Centro di Documentaristica Scientifica, organizza una serata astronomica dedicata ad adulti e bambini. Nel giardino astronomico del dipartimento di Fisica di Roma Tre, sito in Via della Vasca Navale, 84, sarà allestita una postazione con telescopi, per l’osservazione diretta del cielo, dove degli esperti guideranno il pubblico alla scoperta della volta celeste, partendo dai miti che essa ha ispirato nelle epoche passate, fino alle scoperte scientifiche degli ultimi anni. Contemporaneamente verrà proposta una Crociera Planetaria,  un viaggio virtuale dove gli spettatori prenderanno il ruolo di passeggeri in un tour guidato attorno a stelle e pianeti.

Questa è la terza serata di un ciclo di tre eventi già effettuati con successo il 9 Giugno e l’8 Luglio. A tale proposito vogliamo ringraziare sentitamente tutti coloro che hanno partecipato alle precedenti serate, sperando di rivederci tutti assieme a settebre, ancora più numerosi.

Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata all’evento sul sito della associazione McQuadro o consulta il programma in pdf.

Sotto il cielo di Roma Tre

Categoria: Serate astronomiche » permalink, shortlink
Keywords: , , , , , , .

Informazioni sull'autore: Gian Luigi Somma

Gian Luigi è un ingegnere aerospaziale e astronautico. Nella sua carriera ha lavorato in progetti con l'agenzia spaziale europea (ESA), l'agenzia spaziale tedesca (DLR) e con l'Università di Southampton, dove attualmente svolge ricerca nel campo dei detriti spaziali. Nel 2003 si è unito al GAK del quale ne ha raccolto l'eredità, trasformandolo in un portale di astronomia e astronautica e promuovendo queste scienze tramite star party, corsi e conferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.