Il sistema solare interno, 1° videolezione gratuita

Cari Amici Astrofili,

Con grande piacere vi annuncio che la prima lezione online del ciclo “Pillole di astronomia e astronautica”, si terrà lunedì 20 Aprile a partire dalle ore 18:30 (fuso orario italiano), tramite piattaforma gratuita Zoom.

Il link per accedere alla lezione sarà inviato tramite mail alle persone che si sono iscritte tramite il modulo a fondo pagina (o disponibile anche qui).

Per maggiori informazioni sulle lezioni: leggi questo articolo

Tale giorno e orario sono stati scelti in base alle vostre preferenze per massimizzare il numero di persone che potessero partecipare alle lezioni.

Inizieremo queste lezioni con uno sguardo al nostro sistema solare interno. Dopo una introduzione sulla sua formazione ed una panoramica generale sul nostro sistema, approfondiremo con fatti e curiosità i corpi che compongono il cosiddetto sistema solare interno, Mercurio, Venere, Terra, Marte e la fascia degli asteroidi.

Una seconda parte è già in preparazione per una delle prossime lezioni e riguarderà il sistema solare esterno: da Giove fino a Plutone e oltre, verso i confini del sistema solare.

Per motivi di privacy e diritto d’autore, le lezioni non saranno registrate ne condivise su piattaforme online (YouTube). Tuttavia, ci stiamo muovendo per ottenere il permesso per condividere alcuni materiali non di nostra proprietà (immagini e video) in modo da poterlo fare in futuro. Inoltre, prevediamo di ripetere in futuro tali lezioni in diverso giorno e orario in modo da dare l’opportunità a tutti di poterle seguire.

Per maggiori informazioni sulle lezioni: leggi questo articolo.

Compila il modulo sottostante e iscriviti gratuitamente e senza impegno per avere maggiori informazioni e rimanere aggiornato sugli sviluppi (in caso di problemi il form è accessibile anche tramite questo link).

Questa voce è stata pubblicata in Didattica. Contrassegna il permalink.

Informazioni sull'autore: Gian Luigi Somma

Gian Luigi è un ingegnere aerospaziale e astronautico con un PhD svolto nel campo dei detriti spaziali. Nella sua carriera ha lavorato in progetti con l'agenzia spaziale europea (ESA), l'agenzia spaziale tedesca (DLR) e con l'Università di Cambridge. Dal 2019 ricopre il ruolo di mission analyst presso Cambridge Space Technology. Nel 2003 si è unito al GAK del quale ne ha raccolto l'eredità, trasformandolo in un portale di astronomia e astronautica e promuovendo queste scienze tramite star party, corsi e conferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.